QUERCIANELLIERE

"Battaglia contro senso unico" e "Richiesta prolungamento linea extra urbana"

I Quercianellesi hanno vinto la battaglia sulla segnaletica stradale in Viale Giovanni Pascoli ottenendo la circolazione stradale a doppio senso invece del senso unico nel tratto della discesa a mare dove è ubicato l'albergo SOTTOCOSTA e lo stabilimento balneare CALA BIANCA TIRRENO con l'installazione della segnaletica stradale il 09 giugno 2010. Le lettere che seguono preferisco tenerle archiviate, perchè considero storico una battaglia sul diritto negato che i Quercianellesi hanno avuto negli anni 1999, 2002, 2010. Speriamo che non si ripeta. Sul quotidiano livornese IL TIRRENO del 10 giugno 2010 è pubblicato un dettagliato articolo.
Dal 02 giugno 2010 avvenne la raccolta firme per eliminare un divieto di circolazione in una strada essenziale per Quercianella Sonnino (Livorno).
Alla data del 09 giugno sono state raccolte oltre 500 firme.
Ecco la lettera indirizzata  all'Assessore ai Trasporti e al Sindaco di Livorno:

Spettabile Assessore ai Trasporti e alla Mobilità Sig. Maurizio Bettini

E P.C. Egr. Sindaco Alessandro Cosimi

Gent.ssmo Dott. Bettini

La popolazione Quercianellese le scrive per metterla a conoscenza che il provvedimento di cambiamento del senso di circolazione che da doppio senso di marcia, è stato modificato in un senso obbligatorio e con il divieto di circolazione in senso opposto, effettuato il giorno 01 giugno 2010 in Via dei Pascoli (Tratto discesa al Mare verso il Porticciolo), ci appare inutile e controproducente ai fini del miglioramento della viabilità Quercianellese. Tale provvedimento non solo frammenta ulteriormente il paese, ma non risolve in nessun modo il problema della viabilità delle Vie principali di Quercianella, Ci riferiamo a Via Mario Puccini e a Via Pascoli, Vie che con l'inoltrarsi del periodo estivo sono ancor di più soggette ad ingorghi e soste "selvagge", tale problematica era stata fatta presente all'incontro che i cittadini Quercianellesi hanno avuto con il Presidente della Circoscrizione 5 Dott. Matteo Ampola, Venerdi 28 maggio 2010 richiedendo maggiore sicurezza proprio in Via M. Puccini, contrariamente in questo modo si verrebbero a creare ancor più disagi, basti pensare a tutte le domeniche e giorni festivi che, la maggior parte delle autovetture per evitare l'ingorgo che si viene a creare per il rientro dal mare sull'Aurelia SS1, entrano nel paese creando imbottigliamenti, in questo modo se ne verrebbero a creare doppiamente poiché, una volta arrivati nel punto di divieto di transito, le autovetture sono costrette a tornare nuovamente indietro. Questa ulteriore frammentazione causata dal provvedimento in oggetto, inoltre obbliga gli abitanti ed i turisti ad immettersi sull'Aurelia SS1, anche solo per effettuare spostamenti di vita quotidiana all'interno del paese. Quercianella da molti e forse troppi anni necessita di un intervento globale e strutturale per quanto concerne la sua viabilità, non crediamo che un "cambio di senso" sia una risposta concreta alle nostre problematiche. Questa lettera ha lo scopo non solo di protestare per un provvedimento controproducente, ma di aprire un dialogo con le istituzioni da Voi rappresentate al fine di poter risolvere una volta per tutte il problema della viabilità. Alla presente Le alleghiamo Firme di tutti i cittadini Quercianellesi contrari a tale provvedimento. In attesa di un suo riscontro in merito La ringraziamo e le porgiamo Cordiali Saluti (firmato Quercianella e i suoi Abitanti)

Mia considerazione personale: nell'estate dell'anno 1999 ci fu questo caso analogo che sembrava risolto, ma.........

Il lettore quercianellese Sig. Carlo Morelli dal 02 giugno 2010, nell'attesa di pubblicazione sul quotidiano livornese IL TIRRENO, desidera far pubblicare anche via internet la Sua lettera che segue:

QUERCIANELLA E VIABILITA'

Con un'arroganza e un dispiego di uomini e mezzi degni di miglior causa e nella manifesta impotenza di rendere libera da veicoli in palese divieto di sosta, le autorità preposte al traffico ed alla viabilità hanno, con atto a dir poco proditorio, reso a senso unico una strada indispensabile alla viabilità del paese. Il divieto costringe ad effettuare una lunga e pericolosa deviazione con immissione di altro traffico sulla già congestionata Aurelia. Un simile dissennato provvedimento era stato messo in atto alcuni anni fa e poi precipitosamente rientrato per le proteste degli abitanti ed un provvidenziale seppur tardivo ravvedimento dell'Assessore al traffico. E' probabile che questo Signore, ammesso che si tratti della stessa persona, nell'assoluta ignoranza dei luoghi abbia agito in buona fede, in questo caso sarebbe opportuno un immediato incontro con gli abitanti di Quercianella con i quali all'occorrenza concordare un diverso intervento per regolare il traffico specialmente nel periodo estivo. Ci siamo sempre lamentati dell'abbandono nel quale viene lasciata la Frazione, ebbene, se gli interventi dell'Amministrazione Comunale, debbono essere di questa natura, meglio che ci lasciate in Pace. Un grazie al Tirreno se vorrà gentilmente pubblicare queste righe.

Carlo Morelli

Il quotidiano livornese IL TIRRENO ha pubblicato l'articolo

QUERCIANELLA ABITUATA AI DISAGI; ECCONE UN ALTRO: DALL'ULTIMA META' DI GIUGNO 2010 I QUERCIANELLESI RACCOLSERO FIRME PER IL PROLUNGAMENTO DELLA LINEA EXTRAURBANA PER PIAZZA DANTE (LIVORNO). SEGUE LETTERA:

Pro Loco di Quercianella

ALLA DIREZIONE AMM.VA A.T.L.

Al Presidente CIRCOSCRIZIONE 5

Al Presidente CIRCOSCRIZIONE 1

Livorno, 29 aprile 2010

Oggetto: Richiesta prolungamento linea extraurbana per P.za Dante.

La Pro Loco di Quercianella fa richiesta alle SS.VV. di valutare la possibilità di far proseguire fino a P.za Dante la linea Cecina-Livorno e ritorno rispetto all'attuale capolinea in P.za Grande. La richiesta è motivata dal fatto che gli abitanti di Quercianella si trovano in notevole difficoltà a raggiungere la Stazione Centrale soprattutto per il collegamento con Pisa e Firenze (sedi Universitarie) tenendo conto delle diminuzioni di numero dei treni che si fermano nel paese. Inoltre offrirebbe l'opportunità di arrivare direttamente all'Ospedale, al nuovo centro commerciale "fonti del corallo" e al centro dove c'è la Decatlon senza cambiare mezzo. Da questa organizzazione è stata fatta anche una richiesta a Trenitalia per far fermare dei treni che negli orari di utilizzo da parte dei pendolari compenserebbero il disservizio, ma non vi è stata nessuna risposta. Chiediamo anche alla Circoscrizione 1 il coinvolgimento, in quanto cancellando la linea urbana (n.2), questo proseguimento offrirebbe ai cittadini residenti nella zona della Circoscrizione 1 la possibilità di essere collegati al sud della città sia per opportunità di lavoro che di collegamento al mare. Certi che vorrete venire incontro alle esigenze di noi cittadini di periferia, porgiamo distinti saluti.

I Cittadini di Quercianella

Si allega: lettera a Trenitalia.